“‘Non c'è niente di più spaventoso degli schiavi che diventano padroni’. Dialogo con Marija Rozanova Sinjavskaja”, a cura di Alessandra Carbone, eSamizdat 2007 (V) 1-2, pp. 233-238

Scarica il Pdf completo di questo contributo
[Dall'incipit]
Marija Rozanova Sinjavskaja, moglie dello scrittore dissidente Andrej Donatovič Sinjavskij (1925-1997), è una delle principali testimoni viventi delle persecuzioni politiche dell’epoca brežneviana ed è inoltre figura di rilievo di quella che fu la “terza emigrazione” russa degli anni Settanta, seguita alla prima – immediatamente post-rivoluzionaria – e alla seconda, verso la metà del secolo. [...]
Scarica il Pdf completo di questo contributo

 
© eSamizdat 2003-2011, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli