V. 8 (2011): Il samizdat tra memoria e utopia. L’editoria clandestina in Cecoslovacchia e Unione sovietica nella seconda metà del XX secolo
Il samizdat tra memoria e utopia. L’editoria clandestina in Cecoslovacchia e Unione sovietica nella seconda metà del XX secolo



A cura di Alessandro Catalano e Simone Guagnelli


Paolo Nori, Un intervento variopinto, pp. i-vii / Introduzione. Alessandro Catalano, Simone Guagnelli, La luce dell’est: il samizdat come costruzione di una comunità parallela, pp. 5-17


Archeologia del samizdat

Valentina Parisi, Samizdat: problemi di definizione, pp. 19-29 / Tomáš Glanc, Il samizdat come medium, traduzione dal ceco di Francesca Lazzarin, pp. 31-40 / Annalisa Cosentino, Forme del samizdat, pp. 41-47 / Andrej Ar'ev, Le preferenze estetiche del samizdat, traduzione dal russo di Maria Isola, pp. 49-53 / Jiřina Šiklová, Il samizdat come mezzo di stratificazione sociale e possibilità di sopravvivenza della cultura di una nazione. L’esempio della Cecoslovacchia negli anni 1969-1989, traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, pp. 55-64 / Stanislav Savickij, Andergraund e andegraund: forme alternative al sistema nella cultura non ufficiale di Mosca e Leningrado, traduzione dal russo di Francesca Lazzarin, pp. 65-72


Il samizdat culturale russo

Massimo Maurizio, Poesia non ufficiale del periodo stalinano: le premesse del samizdat letterario in Unione sovietica, pp. 73-84 / Michail Ajzenberg, Il samizdat dagli anni Sessanta agli anni Settanta (commento a due manufatti), traduzione dal russo di Claudia Criveller, pp. 85-89 / Alessandro Niero, Né in samizdat né in tamizdat né altrove: il ‘caso’ Zimnjaja počta di Iosif Brodskij, pp. 91-104 / Vladislav Kulakov, Aleksandr Soprovskij e il suo ruolo nella poesia samizdat degli anni Settanta e Ottanta, traduzione dal russo di Massimo Maurizio, pp. 105-117 / Claudia Criveller, ‘Io sono il padrone del mio sogno’. Evgenij Charitonov e la letteratura del sottosuolo come costruzione dell'io, pp. 119-133 / Stefano Garzonio, Arkadij Severnyj – il bardo del magnitizdat, pp. 135-138

Il samizdat culturale ceco

Jiří Gruntorád, La letteratura samizdat cecoslovacca. Una passeggiata attraverso il sottosuolo letterario e non solo, traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, pp. 139-144 / Sylvie Richterová, Etica ed estetica del samizdat nel periodo della ‘normalizzazione’ in Cecoslovacchia, pp. 145-163 / Stefania Mella, Le polemiche dei senza potere: la revisione del ruolo del dissidente all’interno di Charta 77, pp. 165-175 / Martin Machovec, Ideological Orientation and Political Views and Standpoints of Representatives of the Czech Underground Culture, 1969-1989 (Underground and Dissidence – Allies or Enemies?), pp. 177-188


Case editrici, almanacchi e riviste

Vjačeslav Dolinin, Riviste di Leningrado non sottoposte a censura dalla metà degli anni Cinquanta agli anni Ottanta, traduzione dal russo di Simone Guagnelli, pp. 189-200 / Marco Sabbatini, Il caso Ostrova (1982), pp. 201-200 / Francesca Lazzarin, Samizdat e traduzione letteraria a Leningrado. Il caso di Predlog (1984-1989), pp. 209-218 / Zbyněk Fišer, Samizdat journals published in Brno in the 1980s, translated from Czech by Pavla Kopečná, pp. 219-232 / Michal Přibáň, Alena Přibáňová, I rapporti di Sixty-Eight Publishers con il samizdat cecoslovacco e la concorrenza con le altre case editrici dell’emigrazione, traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, pp. 233-238


Il samizdat e la repressione

Andrea Gullotta, Il samizdat e il tema della repressione sovietica: una ricostruzione storica tra criticità e punti di domanda, pp. 239-246 / Petra Čáslavová, Czechoslovak Prisoner Samizdat in 1948–1989, translated from Czech by Daniel Dolenský, pp. 247-259


Il samizdat e l'Italia

Alessandro Catalano, Il samizdat tra dialogo e monologo. Le attività editoriali di Zdeněk Mlynář e la scelta degli interlocutori, pp. 261-280 / Francesco Caccamo, Listy. Tra emigrazione, contestazione interna e opinione pubblica internazionale, pp. 281-301 / Valentine Lomellini, Uno sguardo nuovo sul dissenso sovietico? La politica culturale del Pci tra gli anni Settanta e Ottanta, pp. 303-309 / Antonín J. Liehm, La biennale del dissenso culturale, pp. 311-315 / Simone Guagnelli, Rane, elefanti e cavalli. Vittorio Strada e la Biennale del 1977, pp. 317-329


In presa diretta

Václav Havel, Una puntualizzazione sul samizdat. Qualche commento al telefono (1987), traduzione dal ceco di Alessandro Catalano, pp. 331-334

Fascicolo completo
PDF