Convegno internazionale Russia Cristiana: la passione per l’unità. 1957-2007: cinquant’anni di storia
Villa Ambiveri – Seriate (BG), 20-21 ottobre 2007


Scarica il volantino del programma [Pdf]

Cinquant’anni fa il mondo si presentava diviso in due blocchi ideologicamente antagonisti e condannati a uno scontro che pareva inevitabile.
Russia Cristiana nacque in questo clima, nel 1957, sotto la spinta di un’intuizione di padre Romano Scalfi: che ogni lettura ideologica, anche se attendibile, non fosse esauriente. In URSS continuava, infatti, a vivere una grande esperienza umana: la Chiesa, sofferente e perseguitata, produceva segretamente frutti di santità; molti giovani, non accontentandosi degli slogan di regime, iniziavano l’avventura del dissenso e il samizdat (l’editoria clandestina) mostrava una inaspettata ricchezza e vivacità.
La Russia poteva addirittura offrire all’Occidente un esempio realizzato di vitalità ecclesiale e sociale. Bastava rivolgerle uno sguardo di attenta simpatia, uno sguardo che andasse al di là degli schemi politici, dei formali rapporti ecumenici, delle miopie ideologiche.

Per ricordare i suoi cinquant’anni di attività, Russia Cristiana organizza un convegno internazionale che ripercorrerà le linee fondamentali del lavoro svolto. Il convegno, dal titolo
«Russia Cristiana: la passione per l’unità. 1957-2007: cinquant’anni di storia»
sarà diviso in quattro sessioni:
Dissenso e resistenza morale: vi partecipano alcuni protagonisti del dissenso, uomini che – spesso pagando caro – hanno lottato per non perdere il gusto e la bellezza della vita;
I maestri del pensiero: da Solov’ev agli ex marxisti Berdjaev e Bulgakov, che dopo aver sperimentato la violenza dell’ideologia sono tornati alla Chiesa «ritrovando il realismo perduto»;
Martiri nella Russia del XX secolo: ricordare le vittime del regime non ha puramente un valore storico, ma – come nei martiri della Roma antica – testimonia la vittoria della fede contro ogni potere;
L’ecumenismo e la bellezza della Chiesa: la liturgia e l’arte dell’icona esprimono la bellezza di Cristo, ispirando un lavoro concreto per l’unità dei cristiani.
Interverranno – tra gli altri – padre Romano Scalfi, Ljudmila Saraskina (biografa di Solzenicyn), Arsenij Roginskij (direttore dell’associazione Memorial di Mosca), Ol’ga Sedakova (poetessa russa), Egon Sendler (specialista di iconografia bizantina, Parigi).

RUSSIA CRISTIANA
Russia Cristiana è stata fondata nel 1957 da padre Romano Scalfi, allo scopo di far conoscere in Occidente la ricchezza della tradizione spirituale, culturale e liturgica dell’ortodossia russa, favorire il dialogo ecumenico sulla base del contatto vivo di esperienze e contribuire alla presenza cristiana in Russia.
Nel corso dei decenni Russia Cristiana si è evoluta in un’ampia gamma di attività. Anzitutto Russia Cristiana è un’Associazione di amici che condividono gli ideali di padre Scalfi, riconosciuta ufficialmente nel 1991 dal cardinale Carlo Maria Martini. Esiste poi una omonima Fondazione, che cura l’aspetto culturale di Russia Cristiana: una biblioteca specializzata con oltre 25mila volumi, un centro di documentazione, il convegno internazionale annuale, vari incontri di studio. In campo editoriale, Russia Cristiana dispone di una rivista (il bimestrale «La Nuova Europa») e di una editrice («La casa di Matriona», che oltre a numerosi volumi pubblica anche il prestigioso libro-calendario di icone). Il coro di Russia Cristiana, oltre ad accompagnare le divine Liturgie, offre spettacoli di musica sacra. La Scuola iconografica di Seriate propone corsi di iconografia dal livello iniziale, fino a quello più specialistico. La sede di Russia Cristiana è a Seriate, presso la villa Ambiveri.










 
© eSamizdat 2003-2005, Alessandro Catalano e Simone Guagnelli